logo

L’isola d’Elba ideale per il nuovo sport dell’estate: il Sup

La vita in bilico del re del surf.

Si chiama Laird Hamilton e dice al Corriere della Sera: “In Italia c’è un posto perfetto per praticare il Sup: l’Isola d’Elba. Ha condizioni di mare e vento ideali». 

E’ lui l’inventore del Sup (acronimo di Stand-up paddle): tavoletta in cui si sta in piedi, aiutandosi con il remo (che lui stesso ha contribuito rendere famoso). Non è uno sport facile:  su una tavola simile a quella del surf si pagaia contro corrente in piedi come gondolieri.

La nuova moda dell’estate è appunto quella di abbinare la classica tavola alla pagaia e remare in piedi come improbabili gondolieri mentre le onde aiutano ad andare ancora più veloce.

Dopo aver incantato sportivi e vacanzieri sulle spiagge di mezzo mondo e stregato California e Hawaii, il Sup sta sbarcando in Italia con un successo insperato. «In pochi mesi i ragazzi che vogliono imparare la disciplina sono quadruplicati», spiega Maurizio Coppola, 42 anni, laurea in economia, professione maestro di surf .

«Il divertimento è assicurato, soprattutto nei mari dove le onde non sono quelle dell’oceano. In più lo stand-up paddle ha un impatto meno complicato. Bisogna imparare a cavalcare l’onda e a conoscere le correnti, ovviamente, però si può cominciare anche senza onde a remare sulla tavola in ginocchio o in piedi

 Con il vento il tuo corpo diventa come una vela che ti spinge insieme alle onde e alla pagaia. Ti senti in osmosi con le onde e la tavola, una cosa sola con la tavola.

«Remare e cavalcare le creste è una sensazione incredibile. Ti senti padrone del mare e del vento, riesci a guidare il surf come un motoscafo, la natura e la tecnica diventano alleate e ti sorridono».

«Certo, il fatto che sia uno sport estremo, che ti porti a sfidare l’imprevedibile invita all’enfasi e al racconto romanzato. Ma non riduciamolo a questo» commenta Lard.
Lui ha provato anche le onde della Sardegna e  parla delle nostre coste come di una potenziale italica Malibu.  Non partecipa a gare ma da anni coltiva il suo mondo (produce articoli sportivi, come la tavoletta Sup che ha studiato per Puma con il designer Juan K.) e di cause benefiche, come la campagna per la difesa degli oceani che ha intrapreso con Puma.

 Laird è stato un innovatore: per dire, ha inventato il foil-surfing, un mix di surf, snowboard e windsurf. Ai patiti consiglia: «Sfruttate la paura, è un’ottima fonte di adrenalina. E provate le varianti: a vela, a remo, con fantasia».

Sulla Paura con la maiuscola, Hamilton non ha dubbi: «Penso che sia quella cosa che ti blocca, che non ti fa muovere per ore. Finora, però, io non l’ho mai incontrata».

Condividi Questo articolo

Ultimi Commenti

February 25, 2022 at 1:19 pm
test
August 31, 2021 at 10:20 am
Dopo una nuotata questa mattina e' arrivata la pioggia e ho trovato su internet questo piccolo paese immerso nei castagneti ...questo pomeriggio saliremo a visitarlo e a farci una camminata…
September 5, 2020 at 11:19 am
Buongiorno, fra qualche mese sarò in pensione e sto pensando seriamente di potermi trasferirmi all'Elba, mia moglie ed io. Presumo che il costo della vita sia un ..."pochino" sopra la…
August 20, 2017 at 6:49 am
Conosco bene l'Elba e confermo che le spiagge menzionate nell'articolo sono particolarmente adatte a chi è avanti negli anni. Aggiungo che la spiaggia di Naregno è dotata di una rilassante…
May 21, 2017 at 9:32 am
Salve io scrivo dalla Svizzera volevo chiederle se con un entrata mensile di 1100-1200 euro sono sufficienti per vivere in modo semplice? Non cerco il lusso ma solo un po…

Turismo all'Isola d'Elba

Ragione Sociale: Naregno srl – Sede Legale: Spiaggia di Naregno – 57031 – Isola d’Elba (LI), Italia
N. Iscr. Reg. Imprese: 00630930493 di Livorno – P.IVA e CF: 00630930493
REA: LI 65029 – Capitale Sociale i.v.: € 255.646,17 – PEC: naregnosnc@livornopec.it

Privacy Policy Cookie Policy

LE ACACIE **** Hotel & Residence

Spiaggia di Naregno
57031 Capoliveri (LI)
ISOLA D’ELBA (Italy)