Home Page » Cosa vedere, Arte Elbana, Amici dell'Isola d'Elba

L’atelier di Fritz Hagl a Capoliveri

03hagl2__sss-e1299059030358

Immerso nella macchia mediterranea di Capoliveri, è assolutamente da visitare l’Atelier di Fritz Hagl, pittore tedesco nato a Monaco nel 1928 e trasferitosi all’Isola d’Elba di cui subì il fascino.



All’Elba Hagl realizzò il suo sogno secondo l’antico detto cinese: “Costruire la casa, piantare un albero e fondare una famiglia”.

Si comprò una barca e con quella solcò il mare alla ricerca di ispirazione!



Si possono quindi ammirare nella casa da lui costruita,  i suoi dipinti ispirati dal mare, dalle rocce e dal  mondo mediterraneo.

Di  multiforme ingegno, fu anche appassionato conoscitore di musica, spaziando dalla classica al jazz e declinata in tutte le sue forme.



“La grande foresta, in fondo, può nascere pittoricamente dall’osservazione d’una foglia, amplificata nello spazio.”



Purtroppo Fritz Hagl ci ha lasciato nel 2002, sua moglie Nicole ha trasformato la casa immersa nel bosco, in una specie di tempio in cui tutto ci parla di lui.

Della sua arte ci dice Nicole: “i paesaggi di Fritz  nulla devono, se non la suggestione, alla realtà “tradizionale” del paesaggio.



Immagini cui il pittore giungeva per insistenza, tra l’altro, d’una fitta trama di segni, evocativi di aggetti e rientranze;  per modulazione di tonalità chiare e scure a sottolinear quei segni, ad essi quasi dando fisicità e volume; per concezione di spazialità, infine, che si direbbero “mentali” e che, invece, sono traslati di realtà …”



CASAMACCHIA  loc. San Francesco, 166 57031 Capoliveri



Tel. 0565 968367

Condividi questo articolo:

2 risposte a L’atelier di Fritz Hagl a Capoliveri

Nicole & Dominique scrive:

Cara Cristiana,

ti ringraziamo di cuore per questa pubblicazione!

mariangela scrive:

Cara Cristiana,ti ringrazio per avermi fatto conoscere una persona deliziosa, Nicole e passato un pomeriggio gradevole passeggiando per i sentieri intorno a Straccoligno e concludendo la gita nella casa atelier di Nicole Hagl, migliore finale per il pomeriggio non potevo immaginare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*