Home Page » Cosa fare, Amici dell'Isola d'Elba

Comunicare l’isola d’Elba sul web:strategie e consigli!

internet3

CAPOLIVERI 30-04-2013



L’IMPORTANZA DEL WEB E LE RAGIONI DI UNA PRESENZA.



ALCUNI CONSIGLI PER LE IMPRESE TURISTICHE a cura di Fabio Muzzupappa, amico dell'Elba,  esperto Web marketing e Social Media specialist



"È ormai noto che il web sia sempre più importante nella nostra vita quotidiana. Crescono infatti di anno in anno in maniera costante, gli italiani connessi, i cosiddetti “internauti”. I dati Audiweb lo confermano, in Italia su 54.977 milioni di persone, 41.755 milioni sono gli utenti connessi ad internet.



Basti pensare che su base mensile, solamente nel mese di gennaio 2013, sono stati 29,6 milioni gli utenti online da PC, dato in crescita del 7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Nel giorno medio si sono collegati 14,7 milioni di utenti (+10,2%), per un tempo di circa 1 ora e 28 minuti per persona ed una consultazione di 143 pagine. A gennaio la popolazione online nel giorno medio è rappresentata dal 55% di uomini (8 milioni) e dal 45% di donne (6,7 milioni, +11% in un anno). La categoria dei 35- 54enni risulta maggiormente rappresentata, con 7 milioni di utenti online nel giorno medio.



Molto interessante è l’aumento dell’utilizzo del web degli “over 55”. Nell’arco di un anno si parla di un +17% per gli uomini e di un 22% per le donne di questa fascia di età. A portare gli italiani sul web sono soprattutto i contenuti video, con 49 milioni di filmati visti per una media di 26 minuti e 38 secondi di tempo per persona. È singolare leggere questi dati anche alla luce dei social media.



Ma cosa si intende? I social media sono alcuni servizi del web 2.0 e possono essere divisi in 5 categorie:



1) Blog, microblog, podcast (es.radio) che si occupano della gestione e pubblicazione di contenuti;



2) YouTube, Flickr, Slideshare ovvero servizi di aggregazione e condivisione di oggetti mediali (musica, foto, video, news sharing), dove, cioè, l’oggetto è il fulcro della relazione;



3) Social network: per gestire rinsaldare amicizie preesistenti o estendere la rete di contatti: facebook, linkedin, ecc.



4) Ambienti immersivi: per esperienze sincrone di giochi o relazioni.



5) Piattaforme collaborative: wiki, google Docs.







Parlando di Facebook, il social network più diffuso, il totale iscritti è di 23.123.940 milioni di persone (febbraio 2013, fonte http:// vincos.it/osservatorio-facebook/) su 29,6 milioni di utenti online.



Di seguito riportiamo ulteriori dettagli (fonte http://wearesocial. it/blog/2012/11/socialmedia- italia-dati/) circa il profilo del consumatore online italiano:



-      Il 94,5% della popolazione online italiana è attiva sui social media;



-      1 minuto su 3 online viene speso su Facebook;



-      Non si tratta più di canali solo “per giovanissimi”: un utente su tre ha più di 45 anni;



-      Più della metà dichiara di leggere post di organizzazioni/ marche/eventi;



-      Le donne trascorrono mediamente più tempo degli uomini sui canali social.



Sui social network e sul web le persone sono “attive”, ricercano, dialogano, si scambiano opinioni. Data l’importanza sempre più rilevante dello scambio di informazioni sul web, oggi è indispensabile per un’azienda la presenza sui canali web e social.



Soffermando, ad esempio, la nostra attenzione su un’azienda turistica che vuole promuoversi sul canali social, le azioni che potrebbe intraprendere sono molteplici e tra queste risultano comunque indispensabili:



1) Avere un proprio sito web, costantemente aggiornato e curato nella presentazione visiva e nei contenuti. L’ideale sarebbe l’integrazione di un blog all’interno, fonte dei contenuti originali che riguardano il “territorio” in cui si opera e delle parole chiave; i contenuti generati costituiscono un elemento importante di condivisione sui social media;



2) La promozione del sito sia con annunci a pagamento ad es. su Google (con AdWords); o su Facebook (con le Facebook Ads ad es. quelle che si vedono a destra del pannello Facebook, ma non solo e nello stream delle notizie con gli smartphone); la promozione “naturale” del sito per favorirne la ricerca sui motori di ricerca la cosiddetta SEO (Search Engine Optimization) lavorando su accorgimenti del sito (tag title, description, meta description), nei contenuti, nelle parole chiave e nei link (in ingresso e in uscita);



3) L’attivazione di un sistema di newsletter (verso proprie banche dati per fidelizzare e informare) o DEM (campagne pubblicitarie via email su banche dati acquistate);



4) L’attivazione e gestione dei canali social: Facebook, YouTube, Foursquare, Twitter, Pinterest, Instagram, ecc.



In particolare Twitter, Pinterest e Instagram vanno utilizzati con i corretti # utili a contestualizzare argomenti ma soprattutto foto.



Foursquare dovrebbe essere utilizzato per favorire i check-in presso la propria struttura in cambio di un “gift”.



5) Il presidio sempre dei social network ma anche di blog e forum, siti specializzati.







Molto importante è capire gli obiettivi della propria presenza sul web e dunque impostare la strategia di comunicazione da attivare, monitorando i risultati, ad es tramite Google Analitycs.



In generale i contenuti e le storie create sui social media dovrebbero tenere in considerazione almeno alcuni tra questi elementi:



- verità: le storie e post devono essere più veri possibile, autentici, riferiti a fatti, persone, emozioni, profumi e momenti reali; andate dietro le quinte, fate vedere la vostra azienda, i vostri collaboratori, umanizzate l’azienda. Es. alla reception, in cucina, i bagnini e per ogni foto postata un piccolo commento e caratteristica della persona.



- umanità: i lettori sono persone, parlate e raccontate “verità”, toccate le loro “vite”.



- passione: deve trasudare perché a “nessuno importa, finchè non inizia a importare a te”



- originalità e sorpresa. Es. un pescatore che vi ha appena consegnato del pesce che cucinerete durante la sera.



- condivisione di foto in tempo reale. Es. clienti all’arrivo a cui offrite il drink di benvenuto o la guida Prontoelba, il mare in questo momento. Aumenta la viralità e interazione



- create un’anticipazione di un qualcosa che sarà: raccontatene il prima, durante e dopo. Es. i lavori del giardino dopo l’inverno: prima, durante e dopo.



- mostrate come il vostro cliente sta bene nella vostra struttura. Come date un valore aggiunto alla sua vacanza.



I mercati sono oggi più che mai conversazioni. Più si riesce a inserirsi nel flusso di notizie e suscitare l’interesse delle persone con contenuti originali, umani e veri, più si avrà la possibilità di generare traffico e far parlare di sé tramite il web e i social media."



Fabio Muzzupappa



Account Executive Advertising, Social Media & Web Communication



Facebook: https://www.facebook.com/fabio.muzzupappa



Linkedin: http://www.linkedin.com/in/fabiomuzzupappa



Twitter: https://twitter.com/FabioMuzzupappa



Instagram: http://instagram.com/fabiomuzzupappa/



Pinterest: http://pinterest.com/fabiomuzzupappa/






Grazie per i preziosi consigli Fabio e torna presto a trovarci!

Condividi questo articolo:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*