Home Page » Cosa vedere

Acquario dell’isola d’Elba: quando la natura fa spettacolo!

acquario

Stamattina  il cielo è un pò offuscato:  non andiamo a fare il bagno...ma dove portiamo  i bambini?



Un'ottima idea: andiamo a visitare l'Acquario dell'Isola d’Elba!  Passeremo qualche ora  visitando l’acquario mediterraneo attualmente più completo: si trova vicino a  Marina di Campo, distante solo  20 km.  da Capoliveri!



E' una visita che riscuote sempre tanto successo e affascina sia i bambini che gli adulti. L'accurata cartellonistica, pur rispettando rigorosi canoni di scientificità, è strutturata in maniera accessibile anche al profano, consentendo così un'agevole consultazione.



All'interno dell'Acquario c'e un grande cartellone che illustra tutte le caratteristiche di ciascun ospite dell'acquario e personale specializzato potrà svelarvi ogni segreto dei pesci più strani e curiosi.



Su di una superficie interamente coperta di circa 1.000 metri quadrati, attualmente sono in funzione 60 vasche per oltre 150.000 litri d'acqua, che ne fanno, per dimensioni, il secondo acquario in Italia dopo quello  di Genova.



L'Ingegner Piero Tiberto l'ha  progettato e realizzato completamente in proprio, senza alcun genere di contributi statali, con  soluzioni molto originali sia dal punto di vista architettonico sia nella realizzazione delle vasche.  



 Sessanta  vasche fra cui si può passeggiare, alcune aperte anche nella parte sopra e alcune giganti: ci si può sedere su confortevoli  divanetti per godere lo spettacolo di alcuni esemplari come  la tartaruga, la manta o gli squali che nuotano; oltre ai pesci si trovano anche diversi tipi di crostacei o molluschi.



 Le vasche sono di diverso tipo: c'è una  vasca circolare per pesci pelagici, ossia quelli che vivono nelle profondità degli oceani,  con creazione di corrente artificiale regolabile (capacità circa 40.000 litri), un'altra  vasca per pesci di scogliera di grossa taglia (capacità 42.000 litri), 2 vasche da 2.500 litri con fondale misto per pesci di medie dimensioni.



Ammiriamo la vasca da 18.000 litri con scarpata di sassi per esemplari di piccola e media taglia e le 3 vasche basse con visibilita dall’alto per animali tipici dei fondali sabbiosi.



Ecco le vasche con i molluschi gasteropodi e bivalvi, crostacei, pesci ed echinodermi di piccola e piccolissima taglia sono , nelle vasche  riscaldate vivono  pesci tropicali: i Piranhas, gli squali  del reef ed altri pesci marini tropicali.



C'è un acquario a cascata composto da sette piccole vasche collegate, vediamo poi  i  pesci balestra mediterranei, i Labridi e i pesci di sabbia, una vasca con escursione del livello dell’acqua ad “effetto marea”, una vasca per aragoste e cicale di mare, una  con ambiente portuale,   vasche d’acqua dolce temperata per Carpe e Tartarughe,   altre a luce notturna per gronghi, murene e squaletti mediterranei.



Molto osservati   i crostacei (più di una trentina di specie), i molluschi come la polpessa o il tritone e i pesci di abitudini notturne.



Attualmente sono ospitate circa 150 differenti specie di organismi marini mediterranei, alcune delle quali particolarmente rare o difficili da osservare in cattività.



Fiore all'occhiello dell'Acquario è la presenza fra i suoi ospiti di alcune Lampughe, grossi pesci pelagici che, a quanto ci risulta, non sono osservabili in nessun altro acquario.



Una parte del complesso è dedicata al Museo Faunistico dove si possono osservare circa 250 specie di mammiferi e uccelli; il percorso è segnato da schede illustrative che rendono più interessante la visita.



Una bellissima gita proprio per tutti:  permette di scoprire, adulti e bambini insieme affascinati,   i misteriosi abitanti che popolano i mari!



Chiedete informazioni alla nostra Reception e ai ragazzi dell'animazione, vi organizzeremo la gita!

Condividi questo articolo:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*