Home Page » Eventi / Feste / Manifestazioni, Cosa fare

22° Giro podistico dell’Isola d’Elba e dell’Arcipelago Toscano 2012

Si svolgerà dal 14 al 20 Maggio la 22^ edizione dell'evento a tappe elbano 2012: sono già aperte le iscrizioni!



Il Giro podistico dell'Isola d'Elba è una corsa podistica a tappe che si svolge nel mese di Maggio nella splendida cornice primaverile che l’isola d’Elba solamente sa offrire ai suoi ospiti in quel periodo.





Le tappe sono cinque e si snodano su percorsi misti della lunghezza che varia dai 13 ai 15 km giornalieri portando gli atleti dal livello del mare ad altezze quasi montane in poche centinaia di metri.



Le tappe toccano cinque degli otto comuni che formano la comunità elbana. La prima comunque, ormai per tradizione, si disputa a Portoferraio, portando gli atleti sulle affascinanti mura medicee che la circondano, offrendo uno spettacolo della baia indimenticabile.



La corsa è nata nel 1991 dall’idea di un gruppo di amici ed ha visto una costante crescita di partecipanti e di aggregati che colgono l’occasione per fare una vacanza sull’isola più grande dell’arcipelago toscano abbinando sport e turismo in un ambiente aspro ed incontaminato quale è quello dell’isola d’Elba.



Anche la prossima edizione vede il patrocinio del MINISTERO DELL’AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO



Dai 220 atleti della prima edizione siamo passati agli oltre 450 dell'ultima toccando il massimo di 815 nella 15^ edizione. Sono stati presenti negli anni i nomi più famosi del podismo amatoriale italiano. Hanno partecipato atleti provenienti dalla Svizzera, dall’Olanda, dalla Germania, dalla Francia e perfino una squadra proveniente dalla Russia.



Nelle 21 edizioni precedenti hanno partecipato  10.352 atleti e oltre 29.000 persone presenti complessivamente.



Al Giro Podistico dell’Isola d’Elba potranno partecipare tutti i tesserati FIDAL delle categorie JUNIORES, PROMESSE, SENIORES, AMATORI, MASTER in regola con il tesseramento 2011.- Sono ammessi anche Atleti Stranieri tesserati per Società Italiane e tesserati con Enti di Promozione Sportiva nel rispetto delle convenzioni stipulate con la FIDAL ed in regola con il tesseramento 2012.





Sono ammessi a partecipare anche coloro che vogliono fare una passeggiata non competitiva nella gara usufruendo del cartellino giornaliero e presentando un certificato medico di idoneità all’attività sportiva NON AGONISTICA.



Sede ufficiale della segreteria organizzativa Giro 2012 HOTEL & RESIDENCE LE ACACIE ****



Tel: +39 0565.96.61.11 Email: info@acacie.it  www.acacie.it Facebook http://www.facebook.com/leacacie



Voglio riportare un articolo molto interessante del Professor  Fulvio Massini, personal trainer di personaggi famosi e affermati managers, rivolto ai podisti.



 Il suo motto è: Insegnare a correre è la mia professione, aiutarti a "star bene" è il mio obiettivo.



"Il pensiero positivo, prima ancora di essere una tecnica di preparazione mentale è una filosofia di vita. Bisogna capire qual è la propria predisposizione iniziale a “pensare positivo”, come si vivono gli eventi positivi e quelli negativi; è bene cercare ciò che c’è di positivo in noi e “tirarlo fuori”.

E’ un allenamento continuo: spostare il negativo, vedere il positivo, stoppare i pensieri neri, far avanzare solo quelli chiari. Man mano lo sforzo diventa naturale..

Tanto si è scritto sui benefici effetti della corsa a livello fisico e psicologico, ma si è parlato poco di quello che può succedere correndo. Forse non si è mai sottolineato abbastanza il fatto che il running sia un ottimo esercizio del pensiero sviluppando la capacità di riflessione, la fantasia, la creatività, molte conoscenze su di sé.

Spesso i podisti, mentre corrono, sono consapevoli di attuare un dialogo con sé stessi e generalmente viene considerato che parole, frasi o immagini positive possono svolgere una funzione positiva sulla percezione di efficacia che l’atleta ha di sé stesso in una determinata situazione sportiva. In effetti è ragionevole pensare che struttura e contenuti di specifici pensieri influenzino le prestazione più di altri; la procedura consiste nel definire una parola simbolica, o dei veri e propri “ritornelli positivi” annotarli, cercare di visualizzarli, di farli “propri”e tenerli in mente.

I “promemoria psicologici” consistono dunque in parole-chiave (“gamba-leggerezza” “ spalle- scioltezza” “piedi-velocità”).. la cui funzione è quella di richiamare sensazioni associate a ciò che si intende pensare, sentire, fare, che possono aiutarti a rimanere concentrato. I “ritornelli positivi”possono costituire la tua motivazione interiore nei momenti di maggior necessità. Il self-talk viene quindi suggerito attraverso “parole-stimolo” o “frasi positive”, ogni volta che vi si pone attenzione, verranno sperimentati i pensieri e le azioni associate allo stato che si vuole raggiungere. Trovare un “promemoria psicologico” non è difficile; il segreto è sceglierlo perfettamente adatto a te, devi sapere ciò che funziona meglio per te, un modo per sviluppare il tuo “tifo” interiore ricordando i pensieri che attraversano la tua mente quando corri bene, quando “quel giorno,tutto, ha funzionato al meglio”. La ripetizione di due parole o di “ritornelli positivi” può diventare parte del tuo ritmo di corsa. Quanto più saranno ripetute ed intense le sensazioni che si associano al simbolo, tanto più quest’ultimo sarà un efficiente promemoria."



Potrete avere informazioni sull'offerta speciale dedicata agli atleti e alle loro famiglie presso il nostro albergo!

Condividi questo articolo:

Una risposta a 22° Giro podistico dell’Isola d’Elba e dell’Arcipelago Toscano 2012

Pingback: Dal 14 al 20 Maggio: Giro Podistico dell’Elba « trippando

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*